Cittadinanza russa per il bambino: giurata o certificata?

D: Io e mio marito vorremmo far acquisire la cittadinanza russa a mio figlio nato nel 2016 a Roma (che ha già quindi la cittadinanza italiana). Abbiamo letto in rete che può bastare la traduzione certificata. E’ corretto? Oppure è meglio fare una traduzione giurata?

R: Secondo le nuove disposizioni del Consolato russo in Italia (Roma e Milano) la traduzione certificata effettuata da un traduttore iscritto nelle liste dei traduttori giurati di un tribunale italiano (CTU) è sufficiente per procedere alle pratiche di acquisizione della cittadinanza russa. Rimane fermo sempre l’obbligo di presentare la documentazione originale munita di apostille, presso la Prefettura di rilascio della documentazione.

Altre lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, ucraino, romeno, portoghese

Servizi Correlati

Servizi correlati a Cittadinanza russa per il bambino: giurata o certificata?

Consulta le altre informazioni su chi siamo, come lavoriamo e alcuni dei nostri collaboratori

Traduzioni legali Roma ® - Traduzioni giurate, asseverazioni e legalizzazioni
via Sistina, 121 - 00187 Roma - C/O DAYOFFICE SRL CENTRO UFFICI
Tel. + 39 06/92959620 Whatsapp: + 39 338 2890808 - Fax. + 39 06/47818444
E-mail: info@traduzionilegaliroma.com
Ragione Sociale: Traduzioni Roma srl unipersonale
Capitale Sociale 10.000 euro interamente versato
REA CCIAA di ROMA n. RM - 1593075 - C.F./P.IVA: 15474381009 - Privacy Policy
Traduzioni Legali Roma è un marchio registrato